home

in Tuscia

 

VIGNANELLO ED IL CASTELLO RUSPOLI


il borgo in una vecchia foto

Vignanello è una piccola cittadina a circa 20 km da Viterbo. Nell'antichità la zona era abitata dai falisci ma pių tardi (inizio V secolo) si creò un centro ricordato nella storia come "Julianellum ". Nel nono secolo poi giunse in loco un gruppo di monaci e fu così costruito un monastero che segnò le fasi successive del borgo. Il suo controllo politico  fu soggetto comunque a diverse variazioni, in ultimo fu feudo dei Marescotti e poi dei Ruspoli che nel frattempo si erano imparentati. Oggi Vignanello, aggregata alla Comunità Montana dei Monti Cimini, ha un bel centro storico ed è anche un discreto centro per la produzione del vino.


il palazzo Ruspoli (fortificato) con parte del grande giardino, foto Luisa C. dir.ris

La cittadina è comunque nota a molti turisti per via del famoso Castello dei Ruspoli ed il suo magnifico giardino rinascimentale (voluto da Ottavia Orsini nel 1610). Prima feudataria di Vignanello fu Ortensia Farnese ma dal 1704 il castello, come accennato, fu acquisito dai Ruspoli che lo utilizzano ancora saltuariamente.  


una parte della struttura, foto alpy





il c.d. giardino minore, foto di Luisa C., dir ris

ll celebre giardino del Castello Ruspoli è in particolare ammirato per la nitidezza e la perfezione del disegno geometrico. In origine era prevalentemente formato da piante di rosmarino e salvia, ora prevale il bosso. In mezzo alla parte più grande del giardino è sistemata una "peschiera". Negli interni del palazzo alcuni arredi sono antichi. In genere il castello Ruspoli è visitabile da aprile ad ottobre. La domenica sono spesso proposte visite guidate. Qualche volta vi sono proposti anche degli eventi o delle mostre.


pozzo del giardino, foto Luisa C. -dir ris



parte del giardino, innevato, foto alpy


Nella cittadina sono da vedere alcuni quadri conservati nella chiesa di S.Maria. In particolare meritano attenzione una "Madonna con Bambino " attribuita ad Annibale Carracci (1560-1609) ed una tela di Giuseppe Passeri (1654-1714, allievo di Carlo Maratta).
Nella chiesa di S. Sebastiano infine è sistemato un dipinto mal conservato del Pomarancio. In zona esistono anche delle evidenze archeologiche ( l'area circostante fra l'altro era interessata dall'antica via Amerina).


carnevale vignanellese 2015

Feste di Vignanello: Fiera della Madonna, Presepi Vignanellesi, Carnevale e Festa Aquilone, Festa dei Patroni (S.Biagio e S.Giacinta) e la festa del vino ( sono apprezzati il greco di Vignanello doc ed il rosso di Santa Bruna doc ). Sono spesso ricercate le nocciole provenienti da queste parti.


Da qualche anno - in occasione del Corpus Domini- a Vignanello č infine curata un'infiorata parzialmente allestita nelle ore notturne. Alla simpatica manifestazione collaborano molti abitanti.

°°
index