home

arte nel Lazio

 

 

Chiesa di San Silvestro al Quirinale


la chiesa sulla salita per il Quirinale

La chiesa di San Silvestro al Quirinale è molto antica. In zona c'erano sicuramente evidenze importanti della Roma antica. Un primo edificio cristiano era già esistente nel 1030 circa, ma la chiesa poi fu sostanzialmente ricostruita nel XVI secolo e poi restaurata nel XIX grazie anche all'interessamento dell'arciduchessa Marianna d'Austria.

Nel medioevo il luogo di culto era denominato S. Silvestro in Biberatica o talora in Arcioni o de Caballo.

L'interno molto decorato e vi sono diverse opere d'arte. Gli artisti che vi hanno lavorato sono numerosi e ne citiamo qualcuno:  Polidoro da Caravaggio, Raffaellino da Reggio, il Cavalier d'Arpino, il Domenichino, il Gimignani, Cesare Nebbia, l'Argardi, Scipione Pulzone ecc..

Intorno alla parte centrale della chiesa sono ubicate diverse articolazioni: cappella di San Silvestro, cappella della Madonna della Catena, cappella dei Santi Teatini, cappella Fra' Mariano/Sannesio, cappella del presepe e cappella Bandini. Poi ci sono il Presbiterio, il Coro e la Sagrestia.

In periodo rinascimentale la chiesa ed il suo antico giardino pensile (ora una terrazza) erano frequentati da diversi noti personaggi (teologi, artisti e letterati). E fra questi vanno ricordati Michelangelo e Vittoria Colonna (poetessa oltre che nobile). La stessa in tempi precedenti aveva soggiornato per poco tempo presso il convento delle Clarisse che all'epoca era attiguo a S.Silvestro. I diversi partecipanti alle colte riunioni sul colle erano spesso collegati ad un circolo culturale (Ecclesia Viterbiensis) di cui faceva parte anche il cardinale inglese Reginald Pole.  La chiesa è attualmente gestita dai Missionari di S.Vincenzo dei Paoli. Di seguito alcune foto a fini documentativi.



 


soffitti della chiesa (foto a.p)


monumenti funebri ed al centro rilievo in stucco "Battesimo di Gesù"-foto ap


particolari nelle cappelle (tutte foto a.p)



 


la Cappella Bandini, ottagonale, concepita da Ottavio Mascherino-foto ap

 

medaglioni del Dominichino nella cappella Bandini; tali affreschi rappresentano episodi di personaggi quali David, Giuditta, Ester e Salomone

 


oratorio posto in una terrazza dell'edificio; in questo contesto si incontravano spesso
Michelangelo, Vittoria Colonna ed altri personaggi dell'ambiente culturale dell'epoca-foto ap


tutto il materiale ©

 

home