home

 

 

PALAZZO  DEL LATERANO E MUSEO STORICO DEL VATICANO

palazzo del Laterano
il palazzo del Laterano, foto alpy 2009

Il palazzo lateranense Ŕ proprio laterale all'omonima basilica (ed in genere si accede allo stesso da un portone ubicato nel porticato della chiesa). L'attuale edificio-concepito da Domenico Fontana nel 1586 circa- ha preso il posto dell'antico Patriarchio residenza dei papi fino all'epoca della cattività avignonese. Però, finita tale situazione, buona parte dei lavori furono effettuati molto tempo dopo all'epoca di Sisto V (pontefice dal 1585 al 1590).


materiali dell'antico Settizonio in via di demolizione furono riutilizzati nel palazzo

Per la costruzione dell'edificio furono riutilizzati materiali in travertino ecc. provenienti da vetusti edifici dal Vaticano, dal vecchio patriarchio e sembra anche dal Settizonio (Septizodium, un monumentale edificio romano di epoca severiana alle pendici del Palatino).

Palazzo del Laterano, scalone ingresso
accesso alla parte museale, foto ap 2012

L'ingresso agli appartamenti papali Ŕ preceduto da una scala monumentale con il soffitto affrescato.  Si possono quindi ammirare numerose sale di cui alcune molto grandi (Sala Costantino, Sala Apostoli, Sala Imperatori, Sala Papi e Conciliazione ecc.)  ed una cappella che compongono la residenza papale, pochissimo utilizzata. Tali ambienti sono frequentemente affrescati con soggetti relativi al pontificato di Sisto V, la storia di Roma, episodi della Bibbia (con riferimenti a Daniele, David, Salomone, Samuele ecc) ed anche del Vangelo. Oltre agli affreschi sono visibili numerosi pregiati arazzi, molti della manifattura Gobelins. Sui tantissimi artisti  che lavorarono agli estesi affreschi non è pervenuta documentazione precisa, comunque in quei tempi erano molti attivi a Roma pittori coordinatori come Cesare Nebbia e Giovanni Guerra. Su coloro che si impegnarono- in queste stanze ed in quelle della vicina Scala Santa- si ipotizza comunque il coinvolgimento anche di altri nomi: Paul Brill, Ferraù Fenzoni, Andrea Lilio, Ventura Salimbeni, Giovanni Baglione e via continuando.


In questi ambienti furono firmati nel febbraio 1929 i famosi Patti Lateranensi. In tempi non recenti diversi ambienti del palazzo furono usati per fini caritatevoli.

Fino a tempo fa erano nel palazzo diverse collezioni ora sistemate nei Musei Vaticani, ma ai tempi attuali è possibile visitare il Museo storico del Vaticano dove sono conservati diversi reperti attinenti la storia dello Stato Pontificio (ritratti di papi, documentazione sul cerimoniale meno recente, cimeli dei corpi armati e della marineria di epoca pontificia, ecc.). Il museo fu voluto anche da papa Paolo VI e presto sarà in Vaticano dove già c'è la parte museale che attiene le carrozze dei papi


antiche armi pontificie

 


antiche divise pontificie


 

 Notevole Ŕ infine la Loggia delle Benedizioni, in alcune parti affrescata.

Laterano, loggia benedezioni
la Loggia delle Benedizioni in Laterano, foto ap 2010

 


altra facciata del palazzo lateranense ed obelisco, foto ap 2010




nella zona extraterritoriale è ubicata anche la Pontificia Università Lateranense (PUL)
fondata nel 1773 circa-foto ap 2011

 



Il Palazzo lateranense Ŕ aperto al pubblico dal lunedý al sabato (esclusi i giorni festivi), con visite ad orari prestabiliti (ore 9:00-10:00-11:00-12:00)

LATERANO, EVIDENZE ANTICHE E MEDIEVALI

 

 

home